auguri-anno-nuovo

Un post di auguri e anche di riflessione per la chiusura di quest’anno, che a molti è stato antipatico perché bisestile.

Certo non è stato quel giorno in più ad affaticarci, ma tanti avvenimenti che ci hanno coinvolto o visti protagonisti in prima linea.

Io non posso dire di essermi annoiata, anzi forse ho fin troppo spinto il piede sull’acceleratore, ma ho accettato che questa sia la mia natura: tanto entusiasmo, tanta voglia di fare, a volte sovraccarico.

Visto così, non posso dire che quest’anno mi sia stato avverso. Mi ha portato cose nuove e tolto altre. Il bilancio non è mai in pari, sta a noi lavorare per un’equilibrio.

Come ho scritto, ho ascoltato storie e ancora ne vorrei ascoltare, perché mi portano nuove idee e spunti di riflessione.

Una riflessione la condivido con voi.

Siete sicuri di farvi pagare il giusto?

Lancio a bomba questo domanda a fine anno, per convincere tutti noi a fare un’analisi del nostro business, prima di ricominciare a pieno ritmo nel 2017.

  • Quando calcoliamo il prezzo finale dei beni o servizi che vendiamo, teniamo conto di tutti i costi che sosteniamo (diretti o indiretti)?
  • Retribuiamo il nostro tempo?
  • Calcoliamo in modo corretto la pressione fiscale?
  • Facciamo sconti, prima che ce li chiedano?

Ecco, diciamo che se ci sudano i palmi delle mani ad ogni domanda, forse è il caso di affrontare la questione prezzi. A tutto si può porre rimedio e se anche i prezzi sono da rivedere, è il caso di concedersi un po’ di riposo per iniziare con lucidità l’anno nuovo, sapendo già dove mettere le mani per cambiare.

Se invece, rispondiamo affermativamente almeno a metà dei quesiti, possiamo goderci le vacanze e riprendere con serenità a gennaio, ma non sediamoci sugli allori e lavoriamo anche alla metà che ci manca.

In ogni caso l’augurio è che la voglia di fare non ci abbandoni mai, così come la voglia di conoscere e scoprire strade nuove.

Non è necessario buttare il passato, come i piatti vecchi a capodanno, anzi è fondamentale dare un valore ad ogni pezzo del nostro vissuto che ci ha portati fino a qui.

Vecchio e nuovo si stringono la mano anche per il prossimo anno e noi avremo il compito di fare del nostro meglio, come sempre!

Per contattarmi:

Come ti chiami?

Qual è la tua email?

Come posso aiutarti?

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali