Pic by Veronica Pacella

Il post che avevo in canna per questo lunedì era un altro. Volevo parlare di delega, dopo aver descritto come calcolare il proprio costo orario e come organizzare il proprio tempo lavorativo.
Ho deciso, a dispetto dei piani editoriali, di spostarlo di un lunedì, perché nella settimana appena passata sono stata invitata a conoscere  e provare dei  succhi detox  che mi sono così piaciuti, da fare loro un posticino nel mio blog.

Cosa c’entrano i succhi con il lavoro dell’Assistente Virtuale?

La prima risposta, molto semplice, è che per lavorare in proprio, facendosi carico dei “pesi” degli altri bisogna essere in forma e avere una routine, il più possibile sana e collaudata.

In secondo luogo, la curiosità. Amo tenere la testa aperta e per farlo leggo tantissimo sul web (e non solo), ma soprattutto cerco di conoscere persone e realtà nuove, così come ho raccontato nell’intervista che questa settimana mi ha regalato BSfashion.

Terzo motivo, l’invito ad avvicinarmi al juicing, mi è arrivato dalla nutrizionista e life coach Veronica Pacella che stimo molto. Veronica è il cuore e la mente di Depuravita, sue sono le formulazioni e i principi attivi contenuti nei succhi e nelle zuppe, suo il programma di assunzione equilibrata degli stessi, durante la giornata, suoi i consigli di coaching da abbinare alla nutrizione “per mantenere i risultati ottenuti con il programma detox e per imparare a vivere il cibo come preziosa fonte di benessere”, come descritto sul sito. Il benessere per Veronica è il risultato di un’armonia interiore oltre che esteriore.

Il punto di forza della formulazione di Depuravita sta nell’assenza di pastorizzazione e conservanti. Una spremuta fresca di nutrienti, che arrivano direttamente a casa, entro 24/48 ore dall’ordine. Questo è quello che si chiama su misura, ovvero pensato e prodotto per il cliente. Io ho assaggiato Sole: spremuta di carota, mela, pompelmo rosa, limone. Non sono diventata bionda con gli occhi azzurri, come avrei voluto, ma mi son sentita davvero leggera e piena di energia.

L’impegno di Veronica per la nutrizione ha radici profonde ed è supportato da anni di studio e pratica. L’ultimo progetto che ha pensato come nutrizionista prenderà il via il 23 gennaio ed è gratuito. Si chiama “un peso in meno” e ci si può iscrivere qui. Il cibo è il tallone di Achille di molte di noi, sia in più che in meno, ma soprattutto in meglio. Io mi sono iscritta, so di essere in buone mani.

Lavorare in proprio richiede disciplina, metodo, costanza. Io cerco di camminare tutti i giorni almeno un’ora, di mangiare sano (ma su questo sgarro un sacco), di avere dei tempi precisi per sviluppare i lavori dei singoli clienti. Cerco di sfuggire a fare tutto contemporaneamente, cosa che mi obbligherebbe ad avere tutto in testa, invece prediligo le liste (non troppo lunghe e realisticamente fattibili) per le priorità.

Infine, anch’io delego, soprattutto ciò che non mi piace e poi quello che non so fare e che mi porterebbe via un sacco di tempo per farlo.

Quindi lunedì prossimo si parlerà di delega, non si scappa!

Per contattarmi:

Come ti chiami?

Qual è la tua email?

Come posso aiutarti?

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali