Lierre, Anversa – Torre civica con orologio astronomico

Il tempo può essere amico o nemico, mai neutro.
Anche tu lamenti di averne poco, quasi niente ma lo sprechi, senza neanche rendertene conto?
Sei in grado di dare un valore a questo tempo che ti scappa dalle mani per passarlo invece nelle mani di qualcuno che te lo renderebbe anche con gli interessi?

 

Come fare a capire quanto tempo ti serve

Ogni attività lavorativa prevede due fasi: quella di progettazione e quella si esecuzione. Forse nella prima non hai bisogno di tempo, perché sai quello che vuoi, è il tuo progetto, la tua azienda, hai idee a non finire, ma nella seconda ti distrai o non sai come fare.
In questo puoi farti aiutare da un’Assistente Virtuale, che svolge parte del lavoro per te, che tiene il ritmo di quello che è necessario fare, che ti consegna un compito fatto. Vediamo come.

 

Di cosa hai bisogno

Se fino a qua ti è venuta l’acquolina in bocca pensando “che bello, questa rottura me la tolgo, tanto se ne occupa la mia Assistente Virtuale” è però necessario per rendere efficace, misurabile e soddisfacente il lavoro, che si faccia chiarezza su cosa hai bisogno.
Se dall’interno è difficile capire in cosa ti perdi, con l’Assistente Virtuale è possibile, direi utile e doveroso, fare il check di cosa ti serve per poter farla intervenire in modo mirato.
Ad esempio, ci sono delle attività di supporto che una AV svolge, che sono trasversali (cioè valide) per tante attività lavorative:

  1. Rispondere alle mail
  2. Gestire un’agenda
  3. Scrivere per i social
  4. Scrivere testi per un sito
  5. Revisionare testi scritti da te
  6. Fare attività commerciale e di sviluppo

 

Stabilire quanto tempo ci vuole per svolgere un compito

Ma cosa vuol dire che un’Assistente Virtuale si occupa di questi compiti? E soprattutto, quanto ci impiega? Riprendiamo gli esempi di prima e proviamo a quantificare

  1. Rispondere alle mail – 2 ore tutti i giorni (10 ore alla settimana)
  2. Gestire un’agenda – 2 mattina alla settimana (6 ore)
  3. Scrivere per i social – 2 mattine alla settimana (8 ore)
  4. Scrivere testi per un sito – 1 mese full time (160 ore)
  5. Revisione di testi scritti da te – 2 ore al mese
  6. Fare attività commerciale e di sviluppo – 3 mattine alla settimana (9 ore)

 

Quanto costa

Ti confesso, ho super poteri e leggo nel fumetto che esce dalla tua testa mentre scorri questo post, la domanda delle domande: ma quanto costa tutto ciò?
Io ho messo dei costi indicativi sul mio sito per far capire dove mi posiziono nel mercato delle Assistenti Virtuali, ma ogni volta che scrivo un preventivo valuto attentamente tutti i fattori prima di sparare un numero a caso.
Quali sono questi fattori? Anche qui piccolo elenco, che fa chic ma non impegna (scusa, sono cresciuta negli anni ’80):

  1. Quante sono le mail da gestire
  2. Quanti appuntamenti devono essere fissati e che percentuale di variazioni dell’agenda ci sono (dovute a fattori personali del committente o alla natura del lavoro)
  3. Quanti post alla settimana o mese devono essere scritti e su quanti social (non amo e non consiglio ai miei clienti di scrivere su un social e ri-postare la stessa cosa sugli altri, se non con l’aggiunta di introduzioni tutte diverse)
  4. Quanto tempo ci vuole per intervistare il committente e capire cosa vuole scrivere sul sito, capire il suo tono di voce, fare un’analisi dei concorrenti per capire come hanno scritto su argomenti simili
  5. Quanti testi sono da rivedere ogni mese (un post e una newsletter o di più)
  6. Come sono i file che mi passano su cui lavorare (completi oppure no, ordinati, ecc.)

 

Ma in soldoni?

In soldoni tre sono le strade:

  1. costo orario, fattibile ma non su tutti i lavori (un mese di lavoro per la scrittura di un sito non può essere conteggiato a ore)
  2. forfait (se si fa un contratto che assicura una continuità lavorativa, ad esempio di 1 anno)
  3. pacchetto che include determinati compiti, per un massimo di ore stabilite, per un periodo preciso di tempo (gestione mail, 5 ore alla settimana, per 6 mesi rinnovabili).

Dunque abbiamo messo insieme, cosa fare, per quanto tempo e per quanti denari. Ora se hai le idee più chiare, forse non guarderai più al mestiere dell’Assistente Virtuale come a un campanile incomprensibile in cui i pianeti girano e rigirano, senza che tu possa capirne il significato.

Se c’è ancora qualcosa che vuoi sapere, scrivimi e specificami quali sono le tue esigenze, ti dirò di quanto tempo hai bisogno.